"Agli altri la pressione, a noi l'entusiasmo"

“In questa piazza basta poco per far scoccare la scintilla: speriamo di cavalcare ancora a lungo, noi e la gente, questo entusiasmo”. Durante la presenza a Pianeta Bianconero, Nicola Rigoni ha raccontato come in casa Cesena si vive il terzo posto in classifica alle spalle di Reggiana e Modena. “La pressione di vincere ce l’hanno loro, noi abbiamo l’entusiasmo di una piazza esigente e blasonata, ma lo stiamo ricevendo in maniera positiva. Credo che la gente stia apprezzando quello che stiamo facendo: vede un Cesena propositivo, che gioca a viso aperto, impone il proprio gioco. Chi viene allo stadio vuole vedere questo dalla propria squadra ed è anche merito nostro aver creato questo ambiente”.

Il centrocampista ha parlato anche di alcuni suoi compagni: “Bortolussi non c’entra nulla con questa categoria, fa gol da attaccante vero e, da quando si è sbloccato, cresce di partita in partita. Per noi è un giocatore importante per il lavoro che fa e non solo in fase realizzativa. Anche Ciofi sta facendo un bel percorso: mi piace perché fa tutti i ruoli della difesa in maniera naturale e nel calcio moderno è importante essere duttili. Di Berti mi stupisce che è lo stesso calciatore che ancora doveva esordire in prima squadra: educato, umile, ascolta i consigli e ha voglia di migliorarsi. In questo momento ha i riflettori addosso ma deve pensare al campo e lasciare le chiacchiere fuori dal rettangolo di gioco”.