“Ho ritrovato i pezzi del mio puzzle”

Oggi all'Orogel Stadium Dino Manuzzi si è tenuta la conferenza stampa che ha visto protagonista William Viali, fresco di conferma alla guida del Cesena. Il tecnico è partito dalle ragioni che lo hanno convinto a sposare nuovamente il progetto bianconero: “Se restare è stata una scelta più di testa o di cuore? Entrambe. Ci tengo a ringraziare la società per la stima, ma anche tutte le altre persone con cui ho lavorato, dai magazzinieri alle ragazze delle sede, fino alle persone che in questi giorni mi hanno fermato al bar per chiedermi di rimanere: sono tutti aspetti che hanno pesato e che mi hanno aiutato a prendere questa decisione. Dal punto di vista razionale, devo essere onesto, dopo la sconfitta col Matelica mi sono sentito svuotato. Avevo investito tanto in questo progetto e si era formato qualcosa di straordinario: un puzzle, che ognuno ha contribuito ad arricchire fino a formare una figura fantastica. Ma dopo la partita questo puzzle mi è esploso in mano e per una settimana ho fatto fatica a ritrovare i pezzi: vedevo solo le difficoltà e i problemi, perché la sofferenza e l'amarezza sono state davvero tante. Mi ha fatto molto male non aver dato altre soddisfazioni alla nostra gente, ma per fortuna ho avuto intorno tante persone che mi hanno aiutato a rimettere insieme i pezzi per ritrovare la voglia e l'adrenalina per ripartire”.

Il tecnico ha poi sottolineato la propria gioia nel poter riprendere un percorso che ha dato tante soddisfazioni nel corso della stagione: “Sono molto orgoglioso di quello che abbiamo creato: noi siamo schiavi del risultato, ma certe cose vanno anche oltre. Perché nasca questa empatia ci deve essere un rapporto bilaterale che è nato in maniera molto spontanea con l'ambiente. Proprio questo dovrà essere la base da cui ripartire anche il prossimo anno. Quello che non dovrà mancare è la voglia di alzare il tiro: l'ambizione deve esserci sempre nel quotidiano per migliorare. Io stesso sono più completo di un anno e mezzo fa e tra dodici mesi vorrò esserlo ancora di più”.