Russini: "I nostri tifosi ci hanno sempre aiutato"

“Anche solo palleggiare con il muro dà belle soddisfazioni”. Simone Russini è tornato a provare la piacevole sensazione nel colpire un pallone in una stagione che, tra infortuni e Coronavirus, l’ha visto per tanto tempo lontano dai campi. “Da questo punto di vista - ha dichiarato durante “Il Salotto dei Burdèl” - sono stato sfortunato: un problema muscolare mi ha fatto perdere più tempo del previsto e mi ha impedito di essere una soluzione in più per la squadra”. L’attaccante napoletano è riuscito tuttavia a far intravvedere le proprie qualità: “Cercare la superiorità attraverso l’uno contro uno è quella principale ma mi è mancata la continuità per dimostrarla”. Una mancanza con cui ha dovuto fare i conti tutto il Cesena: “Il rimpianto è quello di aver raccolto poco per quanto fatto vedere in campo. Questa è una piazza esigente ed è giusto che lo sia perché merita altre categorie. Allo stesso tempo, però, ho scoperto un pubblico rispettoso e questa non è una cosa scontata: anche nei momenti difficili i tifosi ci hanno sempre aiutato”.