De Feudis: “Il ritiro? C’è tempo per pensarci”

Già sabato aveva commentato a caldo il pareggio con la Reggio Audace, ieri Giuseppe De Feudis è tornato sulla sfida nel corso di Pianeta Bianconero. “Abbiamo cercato sempre di fare la partita e risposto colpo su colpo - ha dichiarato - disputando una buona gara sotto l‘aspetto del gioco. Dovremmo però essere più concreti e sfruttare le occasioni che ci capitano, come fanno le squadre contro di noi”. Per il Cesena l’appuntamento con la vittoria è ancora rinviato: “Ci manca da troppo tempo e questa cosa non è piacevole perché chi va in campo lo fa sempre per vincere. La strada intrapresa nelle ultime gare è però quella giusta e con questa determinazione la vittoria non può non arrivare”.

A livello individuale il capitano si gode invece una ritrovata continuità di impiego: “Nelle prime gare il mister ha fatto altre scelte ma io ho cercato di farmi trovare pronto fino a quando non è arrivato il mio momento. Avrei voluto dare il mio contributo anche prima ma ho vissuto la situazione sempre in maniera positiva,  allenandomi bene e cercando di essere di supporto per i miei compagni”

A proposito di compagni, De Feudis ha parlato così dei suoi compagni di reparto: “Con Franco acquisiamo più tecnica nell’impostazione del gioco e nella gestione del pallone; Valencia è una mezzala di spinta e inserimento, mentre Rosaia è un guerriero, tutto grinta e corsa, che farebbe comodo a ogni squadra”.

Le ultime prestazioni del Conte sembrano allontanare il giorno dl ritiro: “C’è ancora tempo per pensarci anche perché, quando arrivi a questa età, non puoi fare altro che ragionare anno per anno. Vediamo a fine stagione come sarò arrivato fisicamente, intanto penso a concentrarmi sul campo”.